L'acquisto vincente: sneakers o scarpe in pelle?

Un nuovo sondaggio condotto da ShopAlike evidenzia che il 78% degli intervistati ha acquistato un nuovo paio di sneakers almeno una volta all’anno. Ne abbiamo parlato con il calzolaio Allan Nielsen per capire qual è la scelta di acquisto più sostenibile tra le scarpe pensate per durare a lungo: meglio le sneakers o le scarpe in pelle??

Dallo sport allo streetwear: le sneakers dettano legge in fatto di tendenze da oltre un decennio e sono ancora molto popolari sia nell’abbigliamento casual che in quello più formale. In un nuovo sondaggio condotto da ShopAlike, l’87% degli intervistati ha affermato di usare le sneakers tutti i giorni; il 25% ha detto di acquistare delle nuove sneakers una volta l’anno, mentre il 53% ne acquista un nuovo paio almeno due volte l’anno. Ma quanto dura un paio di sneakers in confronto a delle scarpe in pelle - e qual è la scelta più conveniente?

Da buona a pessima: come è cambiata la qualità

Per capire meglio le differenze più importanti tra sneakers e scarpe in pelle, soprattutto circa il rapporto tra costo e durata, abbiamo parlato con Allan Nielsen di Mr. Lihn, che lavora come calzolaio a Copenhagen da ben 42 anni. A suo parere c’è stato un netto cambiamento nel settore: “Ora la gente indossa solo sneakers” afferma, mettendo in evidenza quanto sia cambiata anche l’industria delle scarpe in pelle: “Il lavoro non è cambiato, ma sono cambiate le scarpe. Si è passati dalla qualità a una qualità pessima; ora le scarpe si rompono più facilmente e la pelle non è più buona come prima. Sembrano un prodotto raffazzonato, fatto male e troppo in fretta”, sottolinea il calzolaio.

L’acquisto vincente: sneakers o scarpe in pelle?

Costi di manutenzione: pelle vs sneakers

I materiali naturali come la pelle richiedono un po’ più di cura, come ad esempio la lucidatura, la sostituzione o la ceratura dei lacci, oppure la riparazione di tacchi e suole. La manutenzione di un paio di sneakers invece spesso richiede soltanto di cambiare i lacci e di incollare o cucire le parti rovinate. Quanto spesso sia necessario riparare entrambi i tipi di scarpa dipende da quanto spesso le si indossa, ma si può comunque fare riferimento a una stima approssimativa: secondo Allan Nielsen il costo della manutenzione di un paio di sneakers si aggira sui 15 € l’anno, mentre prendersi cura delle scarpe in pelle può variare dai 7 € (solo per il lucido) ai 70 € e oltre (nuove suole, ricambio dei tacchi, lucidatura e ceratura dei lacci).

Perché le scarpe in pelle ti costeranno meno e come sceglierle

Abbiamo chiesto ad Allan Nielsen quanto costano un paio di scarpe in pelle pensate per durare: “Se acquisti delle scarpe in pelle sui 200 euro e oltre, puoi aspettarti una buona qualità. Per le scarpe in pelle un buon suggerimento è controllare quanto sono fatte bene le cuciture. In generale, le suole in pelle sono la scelta migliore in quanto non si usurano così facilmente come quelle in plastica o quelle sintetiche. Ti costeranno un po’ di più, ma durano più a lungo”, spiega, aggiungendo che un paio di scarpe di pelle di alta qualità può durare fino a 15-20 anni se tenute bene.

Il prezzo medio per un buon paio di sneakers delle marche più conosciute si aggira intorno ai 112 € per paio. Tuttavia le sneakers - se le indossi spesso o tutti i giorni - non ti dureranno più di 6 mesi/un anno. Noi di ShopAlike abbiamo quindi analizzato nel dettaglio il costo medio dello scegliere le sneakers rispetto alle scarpe in pelle lungo un periodo di 10 anni:

Il prezzo medio per un buon paio di sneakers delle marche più conosciute si aggira intorno ai 112 € per paio. Tuttavia le sneakers - se le indossi spesso o tutti i giorni - non ti dureranno più di 6 mesi/un anno. Noi di ShopAlike abbiamo quindi analizzato nel dettaglio il costo medio dello scegliere le sneakers rispetto alle scarpe in pelle lungo un periodo di 10 anni:

Calcolando il prezzo medio di un buon paio di sneakers delle migliori marche (112 €) e il prezzo medio di un paio di scarpe in pelle di buona qualità (200 €), ShopAlike ha messo a confronto la somma totale spesa per le sneakers rispetto a quella per le scarpe di pelle lungo un periodo di 10 anni. Sono incluse nel calcolo le spese di manutenzione annuali di 15 € per le sneakers e 80,70 € per le scarpe in pelle. Il calcolo tiene inoltre conto del fatto che se si acquistano più di un paio di scarpe all’anno (che siano sneakers o scarpe in pelle), si indosseranno meno spesso e perciò i costi di manutenzione saranno inferiori rispetto ad indossarle ogni giorno. Il costo per la manutenzione annuale è dunque lo stesso, distribuito per la quantità di scarpe indossate.

Lo studio ha mostrato che se si acquistano un paio di sneakers l’anno, alla fine i costi totali saranno di 1.270 € dopo 10 anni. Due paia l’anno costeranno 2.390 € dopo 10 anni, mentre un paio di scarpe in pelle ben tenute costeranno 1.007 €. Due paia di scarpe in pelle costeranno solo un po’ di più - 1.207 € dopo 10 anni. Questo significa inoltre che anche due paia di scarpe in pelle di qualità (inclusi i costi per mantenerle) hanno una durata maggiore di 10 paia di sneakers - e costeranno anche meno. I risultati dello studio di ShopAlike indicano che è molto probabile che la qualità possa essere un fattore di risparmio rispetto alla quantità quando si parla di fare shopping in maniera sostenibile.

Il problema principale con la manutenzione delle sneakers: la durata incerta

Uno dei problemi principali quando si parla di durata delle sneakers è che solo di rado sono fatte con materiali naturali. Le suole sono di solito di plastica, con cui si garantisce il comfort ideale per uno stile di vita attivo e per fare sport. Purtroppo tali suole si rovinano in fretta, perché non sono fatte per durare una vita. Ciò rende difficile e costoso estendere il ciclo di vita di queste scarpe: “La gente vuole che le proprie sneakers abbiano un aspetto pulito, perciò le mettono in lavatrice, e questo ne danneggia la colla. La scarpa si restringerà col lavaggio, rendendo molto difficile rincollare o ricucire tutto insieme. Nella maggior parte dei casi, quando una sneaker è usurata bisogna gettarla via”, spiega il calzolaio Allan Nielsen. Alcuni negozi che riparano le sneakers possono sostituire le suole; in ogni caso il materiale non è comunque durevole come i materiali organici, per cui andranno sostituite una volta usurate di nuovo.

Opzioni alternative e il futuro della moda

Un’alternativa: le scarpe vegane

Nonostante la pelle sia senza dubbio una delle opzioni migliori per le scarpe, data la sua durevolezza e sua la capacità di favorire la traspirazione dei piedi, ci sono ragioni etiche da considerare prima di acquistarla, in quanto si tratta di un materiale ricavato dagli animali e successivamente trattato per impedire che si decomponga. Il processo spesso include sostanze tossiche, che possono avere un impatto negativo sia per chi le utilizza che sull’ambiente. Tuttavia ci sono anche opzioni che sono meno pericolose e garantiscono la stessa longevità: per le scarpe in pelle, puoi optare per il cuoio conciato al vegetale, che è molto meno dannoso per ambiente. Si tratta comunque di un prodotto di origine animale, motivo per cui è bene considerare anche altre opzioni cruelty-free e prodotte in maniera naturale: le scarpe vegane sono realizzate con diversi materiali che simulano la pelle e che hanno una buona durata, se sono di buona qualità. A seconda del produttore e del tipo di look che si vuole ottenere, queste scarpe possono essere fatte con ecopelle derivata dall’ananas, microfibra, sughero, bottiglie di PET riciclate e gomma naturale.

Il futuro delle scarpe negli anni 2020

È un fatto che il crescente focus globale su uno stile di vita in armonia con l’ambiente e sulle soluzioni sostenibili abbia avuto un grande impatto anche sull’industria della moda. Le persone stanno diventando più consapevoli nell’acquistare meno ma meglio, e ciò si rifletterà anche sul decennio a venire. ShopAlike ha parlato con la consulente di moda ed esperta del settore, Linda Mata, riguardo le sue previsioni sul prossimo decennio: 

“Personalmente la tendenza che ho notato è che sempre più persone sono interessate al minimalismo, mentre la “fast fashion” è in declino. Non c'è dubbio che i 2020 come decennio saranno definiti dalle soluzioni sostenibili, dall’etica nel consumo e da uno stile minimalista”, afferma l’esperta.

Calzolaio dal 1978, Allan Nielsen ha una speranza molto chiara per il futuro delle scarpe: “Le sneakers non dovrebbero essere tutto. Le donne sono in generale più brave ad investire in scarpe di qualità - vorrei che gli uomini cominciassero a fare lo stesso”.

Incontra gli esperti:

Our Expert: Cobbler Allan Nielsen

Allan Nielsen
Calzolaio a Copenhagen, Danimarca, dal 1978

Allan ha iniziato come apprendista quando aveva solo 16 anni e ora fa il calzolaio da 42 anni e non ha intenzione di smettere. Il suo negozio, che fa parte del franchise Mr. Lihn, si trova ad Amager Centeret a Copenhagen.

Linda Mata
Consulente di moda e minimalista autodichiarata

Linda Mata è una consulente ed esperta di modelli, tiene seminari online e offline su come l'industria della moda abbia un impatto sulle nostre vite, sia individualmente che collettivamente.

Our Expert: Cobbler Allan Nielsen

Informazioni sullo studio:

I risultati della ricerca sul comportamento d’acquisto relativo a quante sneakers all’anno e quanto spesso vengono indossate sono basati su un sondaggio anonimo condotto nel giugno del 2020. I partecipanti sono 132 impiegati dei portali di comparazione ShopAlike/LadenZeile. I dati sui prezzi sui modelli più popolari di sneakers*, scarpe in pelle con i lacci, lacci cerati e lucidi per scarpe in pelle sono stati raccolti dal portale di comparazione LadenZeile.de (ShopAlike Germania) nel giugno del 2020. Lo studio prende in considerazione la media dei prezzi rilevati. Lo studio mette a confronto l’acquisto di 1-2 paia di sneakers all’anno vs. l’acquisto di 1-2 paia di scarpe in pelle di qualità lungo un periodo di 10 anni e calcola quanto costeranno alla fine al consumatore, includendo la manutenzione annuale. Abbiamo basato la scala di longevità delle sneakers e delle scarpe in pelle, e i prezzi medi per la manutenzione delle scarpe, sui dati ottenuti intervistando Allan Nielsen, calzolaio esperto che vive a Copenhagen, Danimarca. Il prezzo medio dei modelli di sneakers più popolari è basato su dati interni di LadenZeile.de. Per questo calcolo abbiamo usato i prezzi delle 10 landing page più popolari relative alle sneakers su LadenZeile.de nel periodo 1.1.2020 - 22.6.2020.