Consigli per evitare truffe online

Lo sviluppo dell'ecommerce internazionale ha cambiato radicalmente il nostro modo di fare acquisti, ma c'è anche un lato negativo: frodi e truffe online. Per questo è importante saper riconoscere i siti web falsi e i negozi che utilizzano pubblicità ingannevoli, per non ritrovarsi poi con brutte sorprese sul proprio conto corrente. Per informarvi su come riconoscere un e-commerce falso, ShopAlike ha riassunto e raccolto tutti i trucchetti e spie d'allarme da individuare nel caso di una truffa online, e anche cosa fare nel caso si venga truffati.

Falsi siti e-commerce

Se c'è una cosa in cui i criminali informatici sono bravi, è dare un falso senso di sicurezza e fiducia usando la familiarità con determinati siti web o eventi. I finti siti di e-commerce sono diffusi in tutto il web. Poiché sembrano simili all'e-commerce legale, è importante individuare i segnali di pericolo. L'e-commerce falso non vi invierà alcun prodotto, ma semplicemente ruberà i vostri dati personali per usarli in modo fraudolento oppure rivenderli a terzi.

Lo sapevi?

La frode che ha come obiettivo quello di clonare la carta di credito è una delle attività criminali più redditizie e a basso rischio. Questa frode causa ogni anno una perdita di 1 miliardo di euro per l'e-commerce a livello europeo e colpisce tutti i settori, tra cui la vendita al dettaglio, le compagnie aeree e le prenotazioni alberghiere.

Pubblicità sospette

I siti fraudolenti utilizzano diverse tecniche per attirare utenti verso il loro sito, compresi gli annunci online sulle piattaforme di social media. Le immagini della nuovissima collezione di un marchio esclusivo a prezzi sorprendentemente bassi appariranno sui social media più utilizzati, ma il prodotto ordinato in realtà non assomiglierà neanche lontanamente al prodotto originale visto nell'annuncio. Vi daremo alcuni consigli su come riconoscere questo tipo di annunci online e su come evitare l'acquisto di prodotti contraffatti, fornendo ai criminali i propri dati personali.

Lo sapevi?

Il tipo più comune di truffa si trova sui social media. Nel 70% dei casi gli utenti sono invitati a condividere un post che contiene un collegamento dannoso a una pagina che richiede dati personali.

False app

Fate attenzione a ciò che scaricate sul vostro smartphone o tablet. Non tutte le app disponibili negli store di Apple e Android sono applicazioni legittime. Spesso hanno un aspetto del tutto credibile, in quanto presentano un'interfaccia, un design e persino dei marchi simili a quelli delle app originali, ma cercano di attirarti su siti web fasulli per rubare informazioni personali o finanziarie, o indurti a iscriversi a costosi servizi di SMS.

Lo sapevi?

Più un'applicazione legale e gratuita viene scaricata, più è probabile che abbia un clone che contenga un virus dannoso; ciò succede nell'80% dei casi. Nonostante lo sforzo di eliminare tali app il più velocemente possibile, siate estremamente attenti, specialmente con le app bancarie e finanziarie.

Cosa fare in caso di frode?

Può succedere anche ai più sospettosi di diventare vittime di una frode o di una truffa online. Le truffe online possono colpire ogni tipo di persona, indipendentemente dall'età o dal contesto sociale. Secondo il sondaggio sulla criminalità in Inghilterra e in Galles, una persona ogni 10 viene truffata online. Ogni paese ha una propria autorità di sicurezza dedicata alla supervisione del mercato e a risolvere i casi di frode, oltre ovviamente alla polizia locale. È particolarmente importante agire il più presto possibile nel caso in cui siate vittima di un furto d'identità. Cosa possiamo fare a questo punto?

Risorse:

  • http://ec.europa.eu
  • http://www.dell.com
  • https://www.europol.europa.eu
  • http://money.cnn.com
  • https://www.symantec.com
  • https://www.trendmicro.de
  • http://www.telegraph.co.uk
  • https://www.creditsesame.com